EnciclopediaPaperi

Gastone Paperone

gastone paperoneGastone Paperone (il cui nome originale è Gladstone Gander) è un noto personaggio dei fumetti e dei cartoni animati Disney, più precisamente il cugino di Paperino, e fu ideato nel 1947 da Carl Barks. La sua prima apparizione avvenne sul n° 88 di Walt Disney’s Comics and Stories, nella storia a fumetti Paperino lingualunga, nella quale tenta di truffare il cugino e impossessarsi dei suoi beni. A questa seguirono innumerevoli altre realizzate in diversi paesi del mondo.

Aspetto fisico

La primissima versione di Gastone Paperone disegnata da Carl Barks ritraeva un personaggio molto più sciupato di adesso e con pochi capelli. Il suo stesso ideatore in seguito gli assegnò nuove caratteristiche fisiche rendendolo l’aristocratico papero che conosciamo tutti: becco all’insù, riccioli biondi e ben pettinati, un elegante abito verde, bombetta in testa e ghette alle zampe, un’immagine rimasta tutto sommato inalterata nel tempo.

Origini e sviluppo del personaggio

La caratteristica principale di Gastone Paperone è quella di essere un papero incredibilmente fortunato, a differenza di Paperino. È stato creato, infatti, per incarnare il suo perfetto avversario, colui che smonta puntualmente tutti i tentativi di primeggiare del cugino, e che prevale sempre a suo discapito.

La sua fortuna (ereditata dalla madre grazie a un misterioso e magico disegno tracciato sul granaio della fattoria da un pittore vagabondo) consiste nell’imbattersi di continuo in ritrovamenti del tutto casuali di oggetti di valore per strada, o in vincite che gli vengono recapitate direttamente a casa.

Ma in origine le cose non stavano esattamente così: Gastone altro non era che un dandy traffichino che tirava avanti a suon di piccoli imbrogli, avendo lavorato solo una volta in vita sua (e vergognandosene pure). Con il passare del tempo, Carl Barks fece evolvere il suo personaggio trasformandolo in un papero di classe fortunatissimo, com’è conosciuto tutt’oggi. Un inguaribile e spavaldo ottimista abituato a ottenere magicamente tutto ciò che chiede gratis e senza la minima fatica.

Evidente risulterà quindi il contrasto con il povero Paperino perseguitato invece dalla sfortuna. Tra i due comincerà a serpeggiare anche una certa rivalità nel contendersi il cuore di Paperina, già fidanzata ufficiale di Paperino, il quale comunque, in nome del suo amore, tenterà in tutti i modi di prevaricare il cugino, avendo la meglio sull’amata. Ma i vani tentativi di conquistare la volubile Paperina da parte dell’arrogante Gastone saranno dettati più dalla volontà di indispettire Paperino che da un reale interesse nei confronti di lei. Certo è che la sua proverbiale fortuna almeno in questo non riuscirà mai ad avere la meglio.

Non scorrerà mai buon sangue nemmeno tra Gastone e zio Paperone, che al contrario suo ha dovuto faticare non poco per diventare ricco, non godendo della stessa fortuna del nipote. Per questo rappresenta per lui la negazione di ogni forma di meritocrazia.

Negli episodi a fumetti più recenti, comunque, gli autori hanno cercato di conferire aspetti più positivi al carattere di Gastone, che si mostra più propenso e disponibile nei confronti del cugino Paperino, quasi nel tentativo di trasferirgli parte della sua fortuna insegnandogli come vivere in modo più agiato e rilassato.

Omaggiato da tanta buona sorte per tutto l’anno, deve tuttavia sorbirsi ventiquattro interminabili ore di sfortuna proprio il giorno del suo compleanno, da quando un fulmine lo colpì da piccolo.

Close