Don Rosa Library: tutte le storie in un’opera omnia in Italia

42

don rosa library

Arriva la Don Rosa Library, tutte le storie del noto autore in un’opera omnia molto attesa in Italia. Già da tempo circolavano voci di una possibile novità fumettistica di questo genere. Ma adesso lo ha svelato ufficialmente un numero di Mega e poi è stato il diretto interessato a confermare con un post sulla pagina Facebook curata dal collaboratore Jano Rohleder. È proprio dal noto social network che apprendiamo che Don Rosa avrebbe stretto degli accordi non solo con l’editoria italiana, ma anche con quella brasiliana e russa, per le edizioni della Don Rosa Library.

Non è una notizia che può essere sottovalutata, anche perché non a caso Don Rosa è uno degli autori Disney più importanti degli ultimi 30 anni. Questo autore è arrivato al fumetto da autodidatta e ha costruito la sua carriera concentrandosi principalmente sui paperi. Una delle sue avventure più famose è la Saga di Paperon de’ Paperoni, una storia divisa in 12 capitoli, che si propone l’obiettivo di essere una vera e propria biografia del personaggio, che narra le sue vicende dall’età più tenera a quella più avanzata.

Don Rosa ha saputo significativamente conquistarsi un ruolo ben preciso nel contesto disneyano. Adesso si propone al mercato italiano con una novità sensazionale, un colossal che l’editoria italiana non aveva mai conosciuto prima. Si sentiva davvero la mancanza di un’opera del genere.

In effetti, escludendo la Saga, che nel corso del tempo è stata pubblicata in vari formati e diverse occasioni, la maggior parte delle avventure di Don Rosa sono state pubblicate soltanto sulla testata Zio Paperone. Poi non sono state più riproposte, tranne che in poche eccezioni, come per esempio i volumi Bur della serie I classici del fumetto o I classici del fumetto di Repubblica su Paperon de’ Paperoni.

Le cose sono cambiate a partire dal 2016. Già la testata Tesori International ha proposto le storie della Saga di Paperon de’ Paperoni con la supervisione di Don Rosa. Sono stati adottati anche i colori originali, per un refresh molto più che un revival. Poi su “Topostorie” e “Uack presenta Paperopoli”, sempre più dedicato quest’ultimo a definire i contorni della storia di zio Paperone.

Insomma, un vero e proprio marchio e una garanzia che è cominciata a venire fuori di tanto in tanto su alcune testate che continuano a far parlare di loro, proprio per le tracce che stanno lasciando nell’universo Disney. Anche per questo motivo non vediamo l’ora che esca la collana dedicata a questo autore, che secondo le aspettative dovrebbe rivolgersi ad un pubblico molto vasto. Non a caso infatti è stata decisa anche una distribuzione in fumetteria, in modo che il prodotto sia basato sulla più ampia diffusione possibile.